Devolution? No grazie, risponde l’Università

DevolutionAldo Ferrara. Forse i cittadini chiamati alle urne il 25 giugno p.v., per confermare o meno il D.L. sulla Devolution, voluto da Calderoli e affini, non sanno che la devoluzione dei poteri agli enti locali è processo legislativo già riconosciuto ed identificato, nell’ambito universitario, come Autonomia. Voluta fortemente da Antonio Ruberti per dare trasparenza amministrativa e gestionale agli Atenei, la primigenia visione del Legislatore è stata completamente stravolta e sostituita da un Far West gestionale in cui dominano i privilegi, le usurpazioni e le corruzioni. Quindi noi conosciamo sufficientemente l’argomento per dire “sì, sarebbe stata buona cosa, ma è stata male applicata”.
Diverso è l’ambito della Costituzione, che sta per essere stravolta da una devolution totale che affida agli enti locali materie di primo interesse pubblico come sicurezza, sanità, scuola ed altro ancora di cui allo sviluppo successivo.
Continua a leggere