Dissesto dell’ateneo senese: è il primo anniversario o il quarto?

C’è chi ha scritto che in questi giorni ricorre «il primo anniversario della scoperta del buco dell’università», ricordando come prima notizia quella del 24 settembre 2008 (Corriere di Siena). In realtà, “il senso della misura” ed il quotidiano senese “il cittadino oggi” avevano iniziato a scrivere del dissesto dell’ateneo senese sin dalla primavera del 2006; la “Nazione di Siena” e il “Corriere di Siena” pubblicarono una breve nota sul tema il 16 luglio 2006. Inoltre, il settimanale economico “Il Mondo” (9 giugno 2006) pubblicò, in una breve colonnina, tutto quello che, con più di 2 anni di ritardo, sarebbe uscito sulla stampa locale, nazionale ed in rete. Con questo post riproponiamo oggi le immagini ed i titoli degli articoli pubblicati su «il senso della misura» nel 2006, 2007 e 2008, tutti, ovviamente, antecedenti al 24 settembre 2008.

Nell’università di Siena vi sono spese inutili da tagliare, come l’affitto del Palazzo Chigi Zondadari per la visione del Palio a 50 ospiti (4 aprile 2006) mentre un’impropria programmazione del fabbisogno di personale comporterà una perdita d’incentivi ministeriali (8 aprile 2006). Esiste l’obbligo di denuncia per responsabilità amministrative e contabili (2 maggio 2006). Il CdA approva il bilancio col buco (9 giugno 2006), in presenza di un debito con le banche di 150 milioni di € e quando mancano persino le risorse per le spese correnti (16 giugno 2006). L’autonomia universitaria consente anche di “taroccare” i bilanci? (29 giugno 2006). Occorre un piano di risanamento rigoroso che incida sugli sperperi e soprattutto sulle spese strutturali (16 luglio 2006). Per capire a quali livelli d’illegalità è sprofondato l’Ateneo senese, con organi di governo e di controllo esautorati e rinunciatari nell’esercizio delle proprie prerogative, si pensi alle spese non autorizzate dal CdA (8 ottobre 2006). È necessario un “buco” o una “voragine”  per commissariare le università? (17 gennaio 2007). Occorre un piano di risanamento ed una forte spinta per la rinascita dell’Università (26 aprile 2007). Tra buchi e voragini di bilancio, dovuti al malaffare e all’inadeguatezza dei vertici, muore l’Università italiana nell’indifferenza dei docenti (3 giugno 2007). Malaunivesità: è l’ora del commissariamento, dell’individuazione delle responsabilità e del risarcimento dei danni (29 giugno 2007). Al Palio di Siena tra vip e veline della malauniversità (2 luglio 2007). Spendere meglio è un imperativo non più procrastinabile anche per l’ateneo senese (8 settembre 2007). Con l’eredità Tosi, l’ateneo senese, trasformato in un ente assistenziale ormai alla bancarotta, dà i numeri (5 febbraio 2008). Ma che si aspetta a commissariare gli atenei che si rifiutano di risanare i loro bilanci dissestati? (21 febbraio 2008). Altra disattenzione, la voragine nei conti dell’ateneo senese? (23 febbraio 2008). Università di Siena: quinto ateneo siciliano (10 agosto 2008).