La riforma Gelmini in pillole: codice etico, federazione e fusione di Atenei, fondo per il merito degli studenti, decreti legislativi

Dopo la pubblicazione della prima, ecco la seconda parte – inviataci da un assiduo lettore del blog – dello schema con brevi commenti della riforma Gemini.

Otto der Kommissar. Entro centottanta giorni dalla data d’entrata in vigore della riforma, il Senato Accademico è tenuto ad adottare  un codice etico. Del codice etico si è ampiamente discusso nelle pagine di questo blog e non ritengo utile aggiungere nulla, se non che si tratta di operazione inutile, dannosa e, forse, pericolosa…

Le modifiche statutarie, da adottarsi entro 6 mesi dall’entrata in vigore della riforma, sono proposte da un organo composto da quindici componenti (il Rettore con funzioni di Presidente, due Rappresentanti degli Studenti, sei designati dal Senato Accademico e sei dal Consiglio di Amministrazione). Il nuovo statuto è adottato con delibera del Senato Accademico, previo parere favorevole del Consiglio di Amministrazione. Sono previsti meccanismi in caso di inerzia degli Atenei. I vecchi organi collegiali decadono al momento della costituzione di quelli previsti dal nuovo statuto.

Continua a leggere