Dove va l’Università di Siena? È veramente la prima in tutto?

Se lo chiede l’autore della seguente lettera non firmata, il quale, per mantenere in maniera assoluta l’anonimato, ha usato la posta ordinaria.


Brontolo Accademico Senese. Caro Grasso, complimenti vivissimi! La città ha bisogno di un sito come il Suo, che ho trovato abbastanza in consonanza con quei matti (mi perdoneranno) di Libera Siena. Il loro sito è simpatico e dirompente come nessun altro (anche se forse il Prof. Ascheri è un po’ troppo in evidenza, ma forse se lo merita con quant’è che lo vedo combattere pateticamente contro i mulini…). I siti di Mongolfiera e Piccini sono troppo usuali, troppo scontati. Ma veniamo al dunque della Sua iniziativa. Io non sono un universitario attuale, ma lo sono stato fino a pochi anni fa, e perciò mi documento. Ieri il Corriere della Sera ricordava, in una graduatoria del Times, solo la Sapienza, Bologna e Firenze, peraltro tra le ultime a livello europeo. Ma come: non parlare di Siena? La stampa locale dice che è sempre la prima in tutto!
Continua a leggere

Annunci